Nel nostro articolo del 27/07/2018  (link), abbiamo pubblicato una rassegna, regione per regione, dei bandi dedicati ad associazioni culturali, musicali, sportive, di volontariato e di promozione sociale; in questa raccolta si trovano alcune nuove opportunità, sia come apertura dei termini o degli inviti a presentare progetti per bandi ed iniziative regionali, sia come riapertura o proroga dei termini per proporre domanda di partecipazione.

Di queste date, alcune sono, purtroppo, abbastanza vicine, e tuttavia anche le associazioni devono iniziare ad acquisire una mentalità pragmatica e di pronta apertura verso bandi e fondi regionali come europei.

 

ASSOCIAZIONI MUSICALI E TEATRALI (REGIONE PIEMONTE E LAZIO)

La Regione Piemonte ha aperto l’invito 2018 a presentare progetti di promozione teatrale: disponibili 518mila euro, di cui 408mila per soggetti privati e 110mila per i pubblici. Riservato a istituti, fondazioni, associazioni culturali, imprese sociali, onlus, società cooperative a mutualità prevalente. Finanziati progetti relativi a rassegne, festival, stagioni, premi e concorsi, iniziative di promozione e diffusione della cultura teatrale, che prevedano attività aperte al pubblico effettuati in luoghi in regola con le norme in materia di sicurezza, che possono comprendere attività collaterali non prevalenti. Contributo fino al 50% delle spese ammesse, compreso tra 5mila e 80mila per i soggetti privati, ridotto a 50mila per le pubbliche amministrazioni. Domanda secondo il modello, inviata alla pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 21 settembre 2018.

La Regione Piemonte ha aperto l'invito 2018 a presentare progetti per promuovere le attività musicali. Disponibili 1,49 milioni, di cui 1.304.000 per soggetti privati, istituti, fondazioni, associazioni culturali, imprese sociali, onlus, società cooperative a mutualità prevalente e 186mila per enti locali. Finanziati progetti di rassegne, festival, stagioni, premi e concorsi, iniziative di promozione e diffusione della cultura musicale, che prevedano momenti di spettacolo aperti al pubblico in regola con le norme in materia di sicurezza, che possono comprendere attività collaterali non prevalenti. Contributo fino al 50% delle spese ammesse, compreso tra 5mila e 100mila per i soggetti privati, ridotto a 60mila per le pubbliche amministrazioni. Domanda secondo il modello, inviata alla pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 21 settembre 2018.

La Regione Lazio ha aperto l'avviso 2019 che concede contributi agli spettacoli dal vivo in base al nuovo regolamento 2 agosto 2018 n. 20. Riservato a enti locali, altri soggetti pubblici e soggetti privati che operano nel settore dello spettacolo dal vivo da almeno 2 anni. Finanziati attività di produzione, sviluppo di festival e rassegne di spettacolo dal vivo, sostegno allo spettacolo dal vivo, attività che favoriscono la formazione, l'educazione e la partecipazione del pubblico. Contributo fino all'80% delle spese ammesse per un massimo di 30mila euro, 50mila per i centri di produzione. Domanda tramite GeCoWEB disponibile su http://www.lazioinnova.it/gecoweb/, previo accreditamento, entro le ore 13:00 del 1° ottobre 2018 e il file generato dal sistema deve essere inviato alla pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro le ore 18:00 dello stesso giorno.

 

ASSOCIAZIONI CULTURALI (REGIONE CALABRIA, SARDEGNA)

La Regione Calabria (Fsc 2014-2020) ha prorogato i termini dell'avviso per sostenere progetti di valorizzazione dei borghi e potenziare l'offerta turistica e culturale. Nuovo termine: ore 17:00 del 21 settembre 2018.

La Regione Sardegna (Por Fesr 2014-2020) ha aperto il bando 2018 identityLab_2 per la valorizzazione dell’identità culturale (https://bandi.regione.sardegna.it/sipes/login.xhtml domanda entro le ore 13:00 del 28 settembre 2018), ed il bando cambiaMENTI per nuove idee d'impresa culturali e creative a forte contenuto d'innovazione o a valore sociale (tal ultimo destinato però più ad imprese o sinergie di imprese che non ad associazioni).

 

ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE ED ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO (REGIONE VALLE D’AOSTA)

La Regione Valle d'Aosta ha aperto il bando per finanziare progetti di prevenzione e d'informazione contro la violenza di genere, annualità 2018-19. Disponibili 15mila euro per enti locali, singoli o associati, enti pubblici, comprese le istituzioni scolastiche, anche economici, Azienda Usl, centro antiviolenza, organizzazioni iscritte al registro regionale delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni di promozione sociale, cooperative e imprese sociali che abbiano tra i propri scopi statutari la lotta alla violenza di genere, anche di concerto tra più soggetti. Finanziati progetti per prevenire la violenza di genere, l'educazione al rispetto reciproco nelle relazioni tra i sessi, il rispetto dell'identità sessuale, religiosa e culturale, l'educazione alla non violenza come metodo di convivenza civile. Contributo fino a 5mila euro. Domanda secondo il modello, inviata a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento alla Regione autonoma Valle d'Aosta, struttura famiglia e assistenza economica, assessorato sanità, salute e politiche sociali, località Grande Charrière n. 40 - 11020 Saint-Christophe (AO) o alla pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o consegnata a mano, entro le ore 14:00 del 28 settembre 2018.

 

ASSOCIAZIONI E SOCIETA’ SPORTIVE (REGIONE CALABRIA)

Nell'ambito del Por Fesr-Fse 2014-2020, la Regione Calabria ha aperto l'avviso per realizzare e riqualificare impianti sportivi. Disponibili complessivamente 32 milioni per contributi in con to capitale e 1,5 per la prima annualità di un programma quindicennale per il pagamento dei contributi in conto interessi sui mutui concessi dall'Ics ai beneficiari. Previste 3 linee d'intervento, riservate a specifici soggetti beneficiari che, secondo la linea, possono essere Comuni e loro Unioni e/o associazioni, Province, Città metropolitana, università, istituti penitenziari, enti di promozione sportiva, federazioni sportive, associazioni, società e associazioni sportive, altri soggetti riconosciuti dal Coni e/o dal Cip. Costi massimi ammissibili pari a 70mila euro per la linea 1, 200mila per la 2 e superiori per la 3. Contributo fino al 60% per la linea 1, 50% per la 2 e 40% per la 3. Domanda secondo il modello, inoltrata mediante la piattaforma informatica accedendo, previa registrazione, al link indicato sul portale http://www.regione.calabria.it/website/organizzazione/dipartimento6/ entro le ore 13:00 del 1° ottobre 2018, mentre l'invio della scheda di riepilogo dovrà avvenire entro le ore 13:00 del successivo 3 ottobre.

 

TUTTE LE ASSOCIAZIONI (REGIONE PIEMONTE)

La Regione Piemonte ha aperto il bando che concede contributi per partecipare a convegni, riunioni, mostre, rassegne, celebrazioni e altre manifestazioni, anno 2018, macrotipologia b). Disponibili 50mila euro suddivisi tra iniziative realizzate da enti pubblici e assimilati e da associazioni senza scopo di lucro e assimilati. Contributo fino al 25% della spesa ammessa e. comunque compreso tra 500 e 5mila euro. Domanda secondo il modello inviata, se enti pubblici, alla pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e se associazioni o assimilati alla email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 30 settembre 2018.

La Regione Piemonte ha aperto l'avviso 2018 per valorizzare il patrimonio culturale immateriale. Disponibili 170mila euro per enti, fondazioni, istituti e associazioni culturali e soggetti a essi assimilabili, comprese le imprese sociali, onlus, società cooperative a mutualità prevalente. Finanziati progetti sulle tematiche dei saperi e luoghi della cultura alimentare, dei saperi tecnici e, in generale, del lavoro connesso ad attività produttive e del commercio tradizionale, di riti e consuetudini sociali che documentino e sollecitino i processi di partecipazione, inclusione e conoscenza. Progetti non inferiori a 10mila euro e contributo fino al 50% delle spese ammesse per un massimo di 50mila euro. Domanda secondo il modello inviata alla pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 2 ottobre 2018.

 

ALTRE NOTIZIE E FONDI DESTINATI AI COMUNI

FONDO SPERIMENTALE DI RIEQUILIBRIO PROVINCIALE: È stato pubblicato in Gazzetta il decreto interministeriale del 10 Agosto 2018 che fissa l’ammontare complessivo per il 2018 del nuovo fondo sperimentale di riequilibrio provinciale ex D. Lgs. 68/2011, fondo che riguarda la compartecipazione dei Comuni principalmente al gettito IVA regionale ed ammonterà ad euro 184.809.260,60.

FONDO “SBLOCCA-INVESTIMENTI”: È destinato ai Comuni che non hanno avanzi da sbloccare e che ambiscono ai 300 milioni di contributi diretti resi disponibili dal comma 853 della Legge 27 dicembre 2017, n. 205 (legge di bilancio 2018), ai fini del sostegno della messa in sicurezza degli edifici e del territorio (si parla di opere pubbliche … anche impianti sportivi?!). Il 20 Settembre 2018 scade il termine per inviare il modello di certificazione informatizzato richiesto dal Viminale ed avere così accesso alla procedura di assegnazione dei contributi (tetto massimo per ciascun comune par ad euro 5.225.000).

FONDI PER LA VALORIZZAZIONE CULTURALE DELLA REGIONE BASILICATA: La Regione Basilicata (Fsc 2007-2014 e 2014-2020) ha aperto l'avviso che attiva una procedura finalizzata alla sottoscrizione di accordi di valorizzazione per la fruizione sociale del patrimonio culturale regionale. Disponibili 2.214.572 euro per Comuni facenti parte di unioni già costituite o costituenda. Finanziati progetti per valorizzare beni archeologici, architettonici, artistici, monumentali, per rafforzare la coesione sociale e migliorare la qualità della vita dei residenti, per favorire la gestione e la fruizione pubblica dei luoghi della cultura attraverso la partecipazione di soggetti privati. Contributo pari al 100% delle spese ammesse. Domanda secondo il modello, tramite la piattaforma informatica “Centrale bandi” disponibile su www.regione.basilicata.it, sezione «Avvisi e bandi» entro il 1° ottobre 2018.

BANDO PER IMPIANTI SPORTIVI: La Regione Lombardia ha aperto un bando dedicato alla promozione ed al sostegno economico per la realizzazione, ampliamento, riqualificazione, recupero, manutenzione, messa a norma ed in sicurezza degli impianti sportivi. Il bando è altresì dedicato al miglioramento e riqualificazione degli spazi per i servizi di supporto all’attività sportiva (es. spogliatoi, primo soccorso, spazi per il pubblico, ecc.), per incrementare la fruibilità dell’impianto, migliorare la sostenibilità gestionale, qualificare l’offerta dei servizi, sostenere la realizzazione di spazi aggiuntivi ed aree sussidiarie, funzionali all’impianto sportivo, quali ad esempio spazi attrezzati ed aree verdi ad esso collegate, che favoriscano abbinamenti tra pratica motoria e sportiva e la valorizzazione di risorse naturali e ambientali. Verrà data precedenza agli interventi riguardanti la riqualificazione degli impianti sportivi esistenti.Beneficiari sono gli enti locali in forma singola o associata proprietari di impianti sportivi di uso pubblico o titolari di diritto di superficie presenti sul territorio lombardo, inseriti nell’Anagrafe degli impianti sportivi regionale. Sono ammessi finanziamenti a fondo perduto fino al 100% delle spese ammissibili. Il contributo massimo concedibile a fondo perduto è di 150 mila euro e il minimo è di 50 mila euro. Le risorse disponibili saranno ripartite fra le 11 Province lombarde e la Città Metropolitana di Milano, con quote proporzionali calcolate in base ai dati ISTAT della popolazione residente. Scadenza del bando il 19/10/2018 ore 12 (link).

SOSTEGNO ALLA DISABILITA’: Via libera dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome (Roma 06 Settembre 2018), alla ripartizione dei contributi destinati alle persone con disabilità grave prive di sostegno familiare: le risorse assegnate con decreto interministeriale, ammontano complessivamente per il 2018 a 51 milioni e 100mila euro, e sono destinate, per lo più alla realizzazione di alloggi ed alle tecnologie che incrementano l’autonomia delle persone.